Assicurazioni esenti da imposta di successione, ma per quanto ancora?

Scritto da Notaio Paolo De Martinis on . Postato in Notizie dello Studio

successione
Le assicurazioni sulla vita si sono affermate in quanto sono impignorabili ed esenti da imposte.

Sono scelte da  un numero sempre maggiore di italiani anche alla luce degli irrisori tassi di interesse che vengono percepiti sui titoli di stato.

Le assicurazioni godono di un regime di privilegio,  ma fino a quando durerà?

Se per rimpinguare le  casse pubbliche, si procederà con una revisione delle imposte di successione, è quasi certo che questo privilegio scomparirà o perlomeno, secondo quanto prevedono gli esperti del settore, si provvederà a colpire quei capitali che derivano da polizze in cui l’elemento finanziario è predominante rispetto a quello previdenziale/assistenziale.

Tali polizze infatti potrebbero essere considerate come assimilate alle intermediazioni finanziarie e dunque soggette a imposta di successione.

Trackback dal tuo sito.