Le 10 cose da sapere sul Rent to Buy

Scritto da Notaio Paolo De Martinis on . Postato in Notizie dello Studio

rent-to-buy
È una nuova tipologia di contratto in cui si fondono un contratto di locazione e un preliminare di vendita di un immobile.
In pratica il proprietario mette a disposizione l’immobile al conduttore (futuro acquirente), che paga il canone; dopo un periodo stabilito il conduttore può decidere se acquistare il bene, detraendo dal prezzo una percentuale stabilita dei canoni pagati.

Esempio:
Si consideri la vendita di un appartamento per il prezzo di 100.000 euro. Il canone mensile è convenuto in 1.000 euro mensili.
Una parte di questo prezzo, ad esempio 500 euro, viene dato per il godimento del bene, come se fosse un normale affitto. E questa parte si “perde”, proprio come in una normale locazione. Il residuo, cioè i 500 euro mancanti, si imputano al prezzo (cioè sono come un acconto sul prezzo di vendita), per cui hanno come effetto quello diridurre il prezzo finale di vendita.
Se dopo 5 anni il conduttore deciderà di acquistare il bene non dovrà pagare 100.000 euro, ma 70.000euro, perché 30.000 sono già stati pagati con parte dei canoni.

Tags: