Il ruolo del Notaio

Il Notaio e’ un pubblico ufficiale e, al contempo, un libero professionista. La sua figura garantisce competenza e imparzialita’ (tutte le parti di un contratto sono tutelate), grazie ad una specifica preparazione giuridico/fiscale. L’esercizio della sua attivita’ dipende anche da un’organizzazione libero professionale che si basa su criteri di efficienza. Il Notaio riveste particolare importanza in due campi fondamentali: quello della circolazione dei beni immobili (case, uffici, terreni, capannoni, beni essenziali per le singole persone e per gli imprenditori) e nei passaggi piu’ rilevanti dell’attivita’ societaria. L’atto redatto dal Notaio e’ un atto pubblico, visto che la sua figura lo autorizza ad attribuirgli pubblica fede e, come tale, ha una particolare efficacia legale: ciò che il Notaio attesta nell’atto notarile fa piena prova (cioe’ deve essere considerato vero, anche in caso di contenzioso legale), salvo che sia accertato il reato di falso. La legge prescrive l’intervento notarile per quegli atti e contratti considerati di maggior importanza per i quali si vuol garantire il massimo livello di legalita’, tutela delle parti e conformita’ alla loro volonta’. E’ importante sottolineare che vi sono atti dove la legge non rende obbligatorio l’intervento del Notaio ma per i quali sarebbe molto importante il suo contributo, in quanto l’imparzialita’ nelle attivita’ economiche e patrimoniali puo’ essere garantita soltanto ricorrendo ad una figura che sia al di sopra delle parti stesse, tutelando in tal modo gli interessi e le volonta’ di tutti i soggetti in gioco. Nello svolgimento di questa funzione il Notaio ricerca l’accordo tra le parti nel rispetto della legge e nell’equilibrio delle rispettive posizioni contrattuali. Si pensi alla redazione di proposte contrattuali o di contratti preliminari qualora non si voglia conseguire l’opponibilita’ del contratto mediante la trascrizione.